VALERIOOOO!, RICORDO DELL’ESTATE 1998

varlerio 2

Riminesi facciamo un passo indietro. 1998, altri tempi… non c’era l’euro, non c’era la crisi, non eravamo globalizzati, forse c’erano i , non eravamo social ma quell’estate c’era VELERIOOOOOOOO. Chi se lo ricorda il tormento estivo? Io avevo appena vent’anni e lavoravo in un pub che era precursore con internet il Cyberpub, facevo il barista e cameriere. Ne parlarono tutti di questo fenomeno estivo, dai telegiornali, ai giornali, anche stranieri ( come vedete dalla foto).I che a Rimini, Riccione e Cattolica sono stati svegliati per un mese, nel cuore della notte dal grido “valeriooo!”, fu un gioco collettivo della nostra estate, estate romagnola. Tutto iniziò all’inizio della bella stagione, giugno ’98 all’Autodromo di Imola, prima del concerto di , si doveva mettere uno striscione sul palco e un tizio è salito per mettere questo striscione e da li la gente ha iniziato ad urlare il nome Valerio in coro.  Quel Valerioooo! Valeriooo! ripetuto e gridato dai tecnici, dopo un po’ ha coinvolto anche il pubblico seduto ad aspettare l’ inizio del concerto. Sono ore di noia, è cominciato tutto così, per passare il tempo. L’ avranno sentito e urlato migliaia di persone. Molti i contagiati, e trasmissione fulminea, per via diretta, alla riviera romagnola, dove d’ estate si raduna la più alta concentrazione di giovani da discoteca. In realtà, da quando il gioco-tormento è finito sui giornali, le rivendicazioni di decine di Valeri non sono mancate, ciascuna con una storia da raccontare: un gioco nato a una festa, un amico che si era perso di notte eccetera..Un altro Valerio, si narra la laggenda che era alla Festa della Luna. Quell’estate Rimini e la riviera aveva il suo tormentone estivo. Un nome che viene ripetuto centinaia e centinaia di volte, fino alle prime luci dell’alba, quando i nottambuli fanno ritorno a casa per dormire. Il fenomeno notturno iniziato inspiegabilmente quella stagione fra Viale Ceccarini di Riccione e Marina si era subito esteso anche in Italia, creando non pochi problemi ai

valerio 3

vigili urbani e alla forze dell’ordine subissate da telefonate di protesta da parte di persone disturbati dai continui schiamazzi. Spesso tutto questo baccano da’ la ‘stura’ a vere e proprie risse tra ”gli di Valerio” e chi chiede silenzio. E’ stato un urlo liberatorio privo di significato che ci ha allietato in quella stagione. Questi giovani, di questo fantomatico Valerio, probabilmente alienati o angosciati, ripetevano il nome ad alta voce per tutta la notte. Sarebbe bello se si ripetesse oggi all’epoca dei social con l’Hastag #IOSTOCONVALERIOOOO#


VALERIOOOO!, RICORDO DELL’ESTATE 1998

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.