UNA SPLENDIDA SETTIMANA

C’è una canzone di Vasco Rossi che si intitola “Una splendida giornata” che amo particolarmente.

Una splendida giornata

Straviziata, stravissuta, senza tregua

Quella appena terminata è stata per me addirittura una splendida settimana, umanamente, professionalmente e calcisticamente.

Una settimana di vittorie!

La vita è strana e in quanto tale meravigliosa allo stesso tempo.

Prima ti toglie e poi d’improvviso ti permette di dimenticare e in un batter d’occhio di mettere al giusto posto tutti i tasselli.

Il tutto è iniziato domenica scorsa quando il ha sconfitto fuori casa l’allora capolista Villabiagio.

E meno male, perché la mia Juve aveva perso contro una grande e Napoli e Inter avevano vinto, guadagnandosi la testa della classifica.

E da domenica è stato un crescendo.

In mezzo alla settimana, esattamente mercoledì, ero a in Rai, per un provino per la trasmissione di Rai 2 Detto Fatto.

Una bellissima esperienza, una giornata di sole, dentro e fuori per me.

Una Bologna piena di turisti, di bei negozi, monumenti, buon cibo e ottima compagnia.

Di ritorno da Bologna arrivo giusto in tempo al Neri per assistere ad un finale pazzesco del Football Club contro il Carpaneto, 5-2!

Poker del bomber Buonaventura e clima contagioso di immensa gioia!

Una gioia che è proseguita la sera stessa grazie alla vittoria in della Juventus contro lo Sporting CP.

Giovedì sera altro giro altro regalo.

Serata di Sponsor e calcio al Ristorante , anch’esso sponsor del RiminiFC, con la squadra biancorossa, la dirigenza al completo, tanti amici e bella gente!

Venerdì ancora bella gente, come piace dire a me, Emanuele Pagnini e sua figlia Claudia, campioni mondiali di Wakeboard che gentilmente mi hanno permesso di intervistarli e hanno abbracciato il nostro slogan #IOSTOCONRIMINIFC.

Perché il progetto di , del RiminiFC, non è solo calcio, è molto ampio, ci sono sinergie con altri sport, un target rivolto a donne e bambini, trasparenza totale in tema di bilancio (degna nemmeno dei migliori club calcistici di tutto il mondo), un progetto rivolto all’intera città di Rimini per permettere un turismo 365 giorni all’anno, che dia modo alle persone di aggregarsi e vivere momenti di gioia e divertimento.

Un progetto da serie A caro Giorgio, tu che sei lungimirante ed estremamente intelligente e colto.

Una sviolinata la mia? No non mi conoscete allora!

Io sono molto schietta, a mio discapito talvolta, ma quando vado a letto la sera sono in pace con me stessa.

Conosco le realtà calcistiche di Juventus e Milan molto bene, perché la vita e le persone che ho incontrato nei miei cinquant’anni me lo hanno permesso, conosco verità scomode, e non conoscevo appieno il calcio minore.

Con tutto rispetto, Giorgio lo sa, se parlo di calcio minore è perché la nostra, quella del , è una micro realtà, ma è da lì che si parte per diventare grandi, e ci sono tutti i presupposti.

Il fatto che il progetto di Giorgio “un altro calcio è possibile” sia innovativo, lo dimostra Grassi stesso nelle sue decisioni.

Mi sento chiamata in causa, ma voglio mettere da parte Claudia in questo momento.

Giorgio, e sarà ufficiale a breve, ha costruito una squadra, al di là di quella calcistica, di persone perfettamente assortite, come i migliori ingredienti che si possano utilizzare nel preparare una deliziosa torta.

Anche in questo è stato egregiamente attento e lungimirante.

C’è molto lavoro da fare, ma quando ci sono passione ed entusiasmo, il lavoro diventa un divertimento, e non pesa.

La medesima filosofia sulla quale si basa l’Azienda di Giorgio, la Grabo.

E arriviamo a ieri.

Il Rimini vince anche con la Sammaurese.

E dopo il pari tra Napoli-Inter conclusasi sabato sera a reti inviolate, ho assistito ad una partita di tennis, ops, scusate, ad una grande prova di carattere della mia che ieri ha battuto, con un inizio comunque sofferto, la squadra friulana per ben 6 reti a 2.

E mentre sui social si stanno chiedendo chi abbia comprato il club rossonero, ahimè caro Bonucci, anche Marione si è fatto espellere ieri, ma con una dinamica totalmente diversa da Leo e anche ingiusta se proprio vogliamo essere sinceri.

Peccato, perché sarebbe stato bello a Milano incontrare Bonny.

Buffon strepitoso ieri, ancora gioisco della sua prestazione, loda , suggerendo al Mister di far rivedere a tutti i 25 in rosa un video della partita di Gonzalo.

Infine non posso esimermi dal ricordare il gol e l’assist di Rugani e la prima tripletta in assoluto in carriera di Sami Khedira.

Una nuova Juve direi, abituati ad avere la migliore difesa, ecco il miglior attacco, e non necessariamente dato dalle punte.

Il calcio è anche questo.

Dunque cari lettori buona settimana, o buona giornata se preferite, ciò che conta è che sia stata come una splendida giornata…finché la sera non arriverà.

Claudia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.