Quando perseverare, alla fine, ti premia.

Lucia1

Quando perseverare, alla fine, ti premia.

Prima di partire con il vero e proprio articolo, devo anticiparvi una cosa: ho una passione, un platonico per Chanel, adoro lo stile, adoro la di questo marchio e lo scopo per cui inizialmente era nato. Ah e adoro il make-up.

La donna di cui vi voglio parlare è Lucia Pica. E voi direte: e questa chi è?

Beh, è il genio che si cela dietro Chanel Beauty e probabilmente basterebbe questo come descrizione, ma vi voglio raccontare qualcosa di lei perché è una di quelle persone da vedere come un modello secondo me.

È italiana, di , ha 42 anni; da giovane voleva studiare arte o psicologia, ma alla fine si trasferisce a Londra nel 1999 e inizia un corso per make-up artist al Greasepaint Makeup College che le permette di lavorare come truccatrice nel del cinema.

Ma il richiamo della moda è arrivato quasi subito.

Decide di trovarsi un agente che lavorava con la famosa make-up artist Charlotte Tilbury, idolo di Lucia, e all’epoca insisteva molto con il suo agente per fare in modo di riuscire ad ottenere un posto nel team della Tilbury.

L’insistenza e la perseveranza la ripagano, ottiene un posto nel team del suo idolo e dopo soli due anni diventa la prima assistente di Charlotte.

Dopo qualche anno, però, Lucia sente il bisogno di avere la di esprimere se stessa e decide di diventare freelance: si dedica completamente alla moda, da sfilate, a campagne pubblicitarie per marchi come Dolce & Gabbana e Louis Vuitton, a copertine di magazine come Vogue Paris e anche a collaborazioni con fotografi del calibro di Mario Testino.

Nel 2015 diventa direttore creativo di Chanel, dopo due anni in cui il posto era rimasto vacante, e per la casa di Moda Lucia è stata una ventata d’aria fresca, una rivoluzione.

Per il design dei prodotti, per le campagne pubblicitarie, parte sempre da un’idea, attorno alla quale crea una storia e poi procede con la produzione di e texture.

Nella sua prima collezione, uscita nel 2016, si distingue perfettamente il suo tocco, e nella collezione Neapolis New sono presenti i colori della sua Napoli.

È una donna che sa quello che vuole, una donna che si è fatta la gavetta per arrivare dov’è, com’è giusto che sia, una donna che non perde la sua identità, che non rinnega le sue origini, che mantiene la voglia di divertirsi facendo il lavoro che ama e che con la sua maestria riesce a valorizzare tutte le diversità di ogni persona.

Un pensiero su “Quando perseverare, alla fine, ti premia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.