QUANDO LE PAROLE HANNO DUE PESI E DUE MISURE!

parole

QUANDO LE HANNO DUE PESI E DUE MISURE!

L’otto marzo mentre ascoltavo la radio, mi è capitato di sentire una discussione sulla differenza di senso di alcune parole se declinate al maschile o al . E’ stato molto sentire due e una donna ragionare su questioni ideologiche di genere che non sarebbero mai dovute neanche esistere e che invece ancora oggi nel 2018 persistono.

Proprio per questo ritengo opportuno riportare questa riflessione e farlo in maniera molto e diretta, ma senza usare termini volgari e irrispettosi che sottintenderò.

Tanto non c’è bisogno di scriverli, perché è un automatismo comune nella nostra società pensarli. Purtroppo. Tant’è vero che in alcuni casi vengono segnalati anche nel vocabolario.

Delle seguenti parole ho voluto prendere il significato che interessava il nostro spunto dal dizionario e aggiungere l’eventuale accenno che ne viene fatto nell’uso comune.

Giuro che nel dizionario ho trovato scritto così.

FEMMINA: donna, ma ha solitamente, nell’uso comune, significato spregiativo: è una femmina di poco conto.

MASCHIO: di sesso mascolino, virile (virtù maschile), la parte di qualsiasi arnese che entra in un’altra parte incavata.

CORTIGIANO: gentiluomo di corte, adulatore.

CORTIGIANA: donna di corte, di mondo, di facili costumi.

UOMO FACILE: persona buona e comprensiva.

DONNA FACILE: persona “leggera”, in senso spregiativo.

PLAY-BOY: viene definito così il donnaiolo per eccellenza.

PLAY-GIRL: basti dire che vengono chiamate così quelle che posano per la rivista Play-Boy. In pratica oggetto.

Quell’uomo è uno – STALLONE: destinato alla riproduzione; un uomo buono a far figli. Nell’accezione comune viene considerato l’uomo molto dotato, sessualmente attivo. TORO: forte e possente.

Quella donna è una – CAVALLA: donna alta, che fa venire voglia di essere montata.

VACCA:… donna di facili costumi, per usare solo le parole del vocabolario.

MAITRE: caposala, caposervizio, in un hotel o ristorante di lusso.

MAITRESSE: la direttrice di un bordello.

Forse molti di voi come me, avranno dovuto cercare o farsi spiegare più precisamente il ruolo del maitre, ma nessuno penso abbia avuto un dubbio su quello della maitresse, nonostante sia una parola oramai in disuso.

E proprio a questo volevo arrivare!

Un pensiero su “QUANDO LE PAROLE HANNO DUE PESI E DUE MISURE!


  1. Maitresse ogni tanto si sente ancora… sempre in termini “equivoci” ovviamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.