Il Ghosting: che cos’è e come combatterlo

ghosting

Il Ghosting: che cos’è e come combatterlo

 

In epoca di network, nell’ansia di dare un nome a tutto è venuto fuori che c’è pure il “ghosting”. Sarebbe quando il tuo lui o la tua lei ti lasciano senza dare spiegazioni, non si fanno più trovare, ti bannano su e non rispondono più neanche a o alle mail.

A questo poi è legato un altro fenomeno, cioè lo “zombieing” che succede quando chi ha fatto ghosting ritorna di colpo nella tua vita (sempre senza dare spiegazioni). Insomma si comporta come lo zombie che esce dalla tomba in cui lo si credeva morto e sepolto.

Ovvio, perché sia ghosting non devono esserci motivi ben giustificati come per esempio crisi di coppia o peggio violenze, molestie, stalking.

In realtà il ghosting è sempre esistito e non riguarda solo le relazioni sentimentali, ma anche quelle lavorative e le amicizie. Di colpo qualcuno decide di tagliare i ponti con noi e la sua decisione è irremovibile. Perdiamo ogni contatto. Sembra che gli abbiamo fatto chissà quale torto, ma è impossibile sapere quale perché la si è interrotta.

Ai nostri giorni magari risalta di più, poiché coi social network è facilissimo comunicare, non importa quale sia la distanza. Per questo motivo un sparizione è più evidente. Gli effetti negativi del ghosting potrebbero essere:

1.     La sensazione di perdita e di distacco (mai piacevole, a volte assai spiacevole).

2.     L’impressione di non poterci fare nulla.

3.     Sensi di colpa a iosa e calo dell’autostima.

La conseguenza peggiore sarebbe quella di “chiedere perché”, scontrandosi con la volontà dell’altro di non comunicare. Il che potrebbe risultare umiliante…

La cosa migliore è quella di far finta di niente, non chiedere niente, fare qualche garbato tentativo di recuperare i contatti, ma poi finirla lì. Elaborare il lutto, considerare che poi quella persona di noi (in fondo) se ne fregava. Se poi dovesse ritornate in quanto zombie, beh meglio barricarsi in casa e non fare entrare nessuno…

In ultima analisi il ghosting potrebbe addirittura essere una forma di “esorcismo”. Quando le cose ci vanno male diamo la colpa a qualcuno, decidiamo di escluderlo totalmente dalla nostra esistenza. Sparendo mandiamo a lui il segnale di quanto fosse negativo per la nostra vita.

Poi dopo la nostra vita non migliora comunque perché i problemi erano altri.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.