ARTISTI SI NASCE, SIGNORI PURE.

donne

ARTISTI SI NASCE, SIGNORI PURE.

 

 

Tempi duri per le donzelle di tutte le età in cerca di cavalieri: tempi di crisi!

Mi trovo in un di tra i venti e i cinquant’anni. Si parla di uomini, come sempre, perché noi ci raccontiamo tutto, anche i minimi particolari. (Sì lo so che a qualcuno di voi sono venuti i brividi… ma Sex and the City dovrebbe pur avervi insegnato qualcosa?!)

Una sta raccontando la sua ultima disastrosa uscita col maschio di turno e da lì è un attimo per le altre partire con una sequela di racconti e battute. Il tema che ne viene fuori inizialmente è “quelli che ti fanno pagare”, poi per cercare di chiudere con un pensiero positivo finiamo con “quelli da ricordare”.

La più giovane del gruppo ci racconta di un’uscita con un ragazzo più grande di lei che l’ha invitata prima a cena e poi a bere qualcosa. Nel primo caso lei, da brava ragazza moderna fa il gesto di pagare la sua parte e lui non si permette neanche lontanamente di protestare, ma accetta tranquillamente, al primo appuntamento. Nel dopo cena invece, è proprio lui che all’atto di andarsene le chiede: “Paghi tu?”. Eh dai, non si fa! Lei con grande dignità paga, anche se esaurisce in una sera la “paghetta” di una settimana e poi lo saluta, per sempre.

La cosa che mi sorprende di più, a me non era mai successo finora, è che pure quelle sopra i trenta ne hanno da raccontare, eccome!  Passi per quelli più che magari hanno un diverso modo di rapportarsi tra maschi e femmine e magari dipendono ancora dalla perché studiano, ma qui si parla anche di ultra trentenni, quarantenni e cinquantenni, spesso benestanti e che sono usciti con queste donne con un intento… che non era l’amicizia!

Ebbene sì, ci sono quelli che ti portano a cena o a ballare e poi quando è ora di pagare si fanno da parte o tirano fuori solo la loro parte o te la chiedono: “Allora sono venticinque euro a testa…” ma anche quelli che si attaccano ai dieci euro per la benzina o a cinque euro per il cinema!

Lo stile uomini, per favore, un po’ di stile!

Forse non l’avete ancora capito, oggi fanno l’atto di mettere mano al portafoglio per farvi capire che a loro non interessano i vostri soldi e che non cercano qualcuno che paghi o le mantenga, ma solamente qualcuno che come loro dimostri un po’ di buona volontà, buona educazione e soprattutto eleganza.

Perché come dice il nostro grande Presidente, non sono i soldi che contano, ma le . Perché signori si nasce, al di là della disponibilità economica… che di questi tempi, comprendiamo, è sempre di meno, ma non c’è bisogno di andare sempre al ristorante o nei locali per portare fuori una donna che vi piace. Le passeggiate ad esempio, sono gratuite e talvolta anche più romantiche.

Perché se ci sapete fare, avrete buone, talvolta ottime probabilità di essere premiati ; ) ma se a una donna la smontate subito, potete essere belli e simpatici quanto volete…

E ricordatevi che anche la vostra di fama si spande, dagli Appennini alle Ande!

Difatti ci sono gesti o frasi che le donne, seppur successivamente deluse e pure abbandonate, non dimenticheranno mai… perché le femmine non dimenticano mai niente, semmai “archiviano” e al momento buono tirano fuori! : ) In ogni caso quando è ora sanno riconoscere a Cesare quello che è di Cesare.

Qualche esempio degno di nota?

Beh, uno che ti dice: “Tu sei una che fai perdere la nozione del tempo” o “Certo che quando sorridi uno non capisce più niente” o ancora meglio, siete a cena in un bellissimo ristorante e il vostro lui vi dice orgoglioso che il maitre, quando vi ha visto sorridere, non ha capito più niente.

Ma le parole non hanno valore se non sono accompagnate dai fatti e soprattutto dalle buone intenzioni. Perciò un uomo saprà sempre trovare il modo di arrivare al nostro cuore.

Come quello che un giorno regalò uno splendido gioiello accompagnato dall’indimenticabile dedica “… questo è un pezzo unico, speciale, ed è ad una donna speciale che è giunto per il volere degli dei” e vedendo che il prezioso dono l’aveva messa un po’ in imbarazzo, il giorno dopo si presentò con una deliziosa torta al cioccolato e cocco e un barattolo gigante di Nutella.

Mai dono fu più gradito di quella buonissima torta e dei pic-nic a sorpresa che lui le organizzava nel parco portando cestini pieni di prelibatezze. : )

Perché come diceva Eros – già il nome è una promessa – in una nota canzone della fine degli Anni ’90 “Ci vuole con te, non deve mancare mai. Ci vuole pensiero perciò, lavoro di fantasia. Ci vuole mestiere perché… lavoro di cuore lo sai!”.

Eh… bei tempi andati!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.